Lo scorso giovedì Facebook ha annunciato l’interesse di permettere agli utenti WhatsApp di effettuare acquisti senza mai lasciare l’applicazione.

L’azienda si sta attivando per aumentare gli introiti provenienti dal servizio di messaggistica unendo l’infrastruttura e-commerce fra tutte le app proprietarie, cercando di rendere proficuo l’investimento di 19 miliardi di dollari effettuato per l’acquisizione di WhatsApp nel 2014. Scopriamo insieme tutti i dettagli.

 

WhatsApp: a breve si potrà acquistare online senza uscire dall’app

Attraverso la nuova strategia di e-commerce WhatsApp consentirà alle aziende di vendere prodotti all’interno dell’app tramite Facebook Shops, un negozio online lanciato a maggio proprio per offrire un’esperienza di acquisto unificata tra le app di Facebook. La società entrerà anche nel settore del cloud computing, offrendo alle aziende che utilizzano i servizi offerti dall’app di messaggistica la possibilità di archiviare i messaggi sui server di Facebook.

Matt Idema, Chief Operating Officer di WhatsApp, ha dichiarato che lo strumento di acquisto consentirà di mettere in contatto le aziende con nuovi potenziali clienti, e verrà distribuito già entro la fine del 2020, mentre il servizio di hosting dei messaggi sarà disponibile nel 2021. Idema ha affermato inoltre che WhatsApp offrirà il servizio di hosting gratuitamente per cercare di attirare nuovi clienti aziendali, i quali però saranno addebitati da 0,005$ a 0,09$ per messaggio distribuito attraverso la piattaforma.

Al momento la base di clientela di WhatsApp è relativamente scarna, con poche decine di migliaia di aziende in tutto il mondo, mentre decine di milioni utilizzano gli strumenti gratuiti più limitati rivolti alle piccole imprese. In totale, più di 175 milioni di persone interagiscono con un’azienda ogni giorno su WhatsApp, ha affermato Idema.