Il colosso Apple ha recentemente presentato i nuovi iPhone 12, però vi ricordo che non sono gli unici prodotti che l’azienda ha sviluppato. Infatti, Infatti, in contemporanea con i primi due modelli della nuova generazione di smartphone della casa arriva anche il MagSafe.

Si tratta di un caricatore magnetico per la ricarica wireless dei dispositivi della Mela. Quest’ultima ha però dichiarato che potrebbero segnare i nuovi dispositivi. Scopriamo insieme tutti i dettagli.

 

I MagSafe di Apple potrebbero segnare i nuovi iPhone 12

L’azienda di Cupertino in occasione dell’entrata nel mercato di questo nuovo caricabatteria ha pubblicato un nuovo articolo di supporto a lui dedicato, in cui dispensa consigli sul modo migliore per utilizzarlo. Innanzitutto, Apple raccomanda i consumatori a non posizionare tra il caricatore e l’iPhone carte di credito o passaporti affinché non venga corso il rischio le strisce magnetiche o i chip RFID si danneggino.

Inoltre, potrebbe accadere che durante la fase di ricarica il proprio iPhone o il MagSafe si surriscaldi leggermente. In questo caso il software potrebbe limitare la ricarica in seguito ad aver raggiunto l’80%. Inoltre, viene chiarito che questo caricabatterie in realtà non richiede un adattatore USB-C da 20 W, ma funziona anche con uno di almeno 12 W. Però, l’utilizzo di un dispositivo di questo genere comporta dei tempi di ricarica più lenti.

Altro punto riportato riguarda il caso in cui un utente collega il proprio dispositivo via Lightning durante la ricarica wireless. In questo caso il secondo metodo verrà meno, privilegiando la modalità di ricarica tramite caricatore Lightning. Infine, Apple avverte anche i suoi consumatori che utilizzando il MagSafe con le custodie è possibile che quest’ultimo lasci delle impronte circolari su di esse. Nella fattispecie si parla di quelle in pelle, anche se non è escluso che siano coinvolte altre caratterizzate da un altro tipo di materiale. Molti utenti hanno infatti notato l’impronta del MagSafe sulla propria cover in silicone.