coscienza

Il termine coscienza indica quel momento della presenza alla mente della realtà oggettiva sulla quale interviene la consapevolezza che le dà senso e significato. Sembrerebbe che la coscienza si formi grazie all’energia elettromagnetica presente nel nostro cervello. E con essa, si formerebbe anche la nostra capacità di sentirci consapevoli e di pensare. .

A dimostrarlo è uno studio pubblicato sulle pagine della autorevole rivista scientifica Neuroscience of Consciousness. Lo studio in questione riporta la firma di un team di scienziati dell’Università del Surrey (Inghilterra). Lo studioso Johnjoe McFadden, che ha coordinato il team di ricerca, ha teorizzato che la coscienza possa avere una rappresentazione pratica a livello fisico.

Infatti, la coscienza potrebbe essere rappresentata dal campo energetico stesso del cervello. Si tratta di un approccio teorico che potrebbe anche facilitare lo sviluppo di un’intelligenza artificiale cosciente con robot consapevoli realmente di esistere e che abbiano la capacità di pensare. Si tratta di un approccio che oggi si sta diffondendo sempre più a scapito della più anziana visione monistica della coscienza. Una visione questa che ha da sempre considerato la coscienza come un qualcosa di collegato all’immaterialità dell’anima stessa. Qualcosa di definibile a livello concettuale ma non a livello pratico.

Coscienza: la sua sede fisica coincide con il campo elettromagnetico generato dal cervello

Questa teoria però si basa non su concettualizzazioni astratte ma su fatti scientifici. I neuroni, all’interno del cervello e nel sistema nervoso del corpo, si attivano ed inviano segnali elettrici lungo le fibre nervose. Ma essi, inviano anche un impulso di energia elettromagnetica. Questo impulso, secondo McFadden, sarebbe molto importanti in quanto trasporta le informazioni delle scariche nervose come una sorta di onda immateriale e non come un flusso di atomi dentro e fuori i nervi.

Si tratta di un campo elettromagnetico già in precedenza rilevato attraverso gli elettroencefalogrammi e la magnetoencefalografia. Il professore MdFadden crede che questo campo elettromagnetico sia in realtà la sede della stessa coscienza, ciò che guida il libero arbitrio, il pensiero e le azioni volontarie.