vitamina C

La vitamina C assolve un ruolo molto importante nel mantenimento di un sistema immunitario efficiente e correttamente funzionante. Inoltre, sembrerebbe che dall’inizio della pandemia le vendite di acido ascorbico abbiano subito un notevole rialzo. Nonostante i ben noti ruoli benefici che esercita sul sistema immunitario non esistono prove scientifiche che la vitamina C possa realmente proteggerci da SARS-CoV-2.

A dimostrarlo è uno studio pubblicato sulle pagine della autorevole rivista scientifica Frontiers in Immunology. Lo studio riporta la firma di un team di ricercatori dell’Università di Pavia e del CRIAMS (Centro Interdipartimentale delle Attività Motorie e Sportive). Nel loro studio gli studiosi hanno posto la loro attenzione su trattamenti adiuvanti sull’infiammazione indotta da SARS-CoV-2. Il tutto, nell’attesa dello sviluppo di un vaccino che sia efficace nel contrastare questo temibile nemico invisibile. Pertanto lo studio ha analizzato il ruolo della vitamina C in queste condizioni.

In particolare un gruppo multidisciplinare costituito da esperti di nutrizione, clinica medica ed igiene hanno voluto valutare il possibile utilizzo di vitamina C per contrastare il nuovo coronavirus. Dalle loro ricerche, emerge che nessuna evidenza scientifica al momento disponibile conferma la possibilità di contrastare questo virus con somministrazione di acido ascorbico. Nonostante questo, però, è opportuno evidenziare che nelle categorie ad alto rischio come gli obesi, i diabetici o gli anziani, un supplemento di vitamina C potrebbe ridurre i markers dell’infiammazione. Ciò, ovviamente, ridurrebbe anche la suscettibilità all’infezione e l’eventuale sviluppo della COVID-19.

Oggi si sa davvero molto su questo agente biologico, ma ancora  purtroppo nessuna misura davvero efficace è disponibile per contrastarlo. Si potrebbe, in ogni caso, assumere preventivamente vitamina C per implementare le difese immunitarie nell’attesa che venga fuori un vaccino in grado di far fronte a questo problema. Ciò, ovviamente, chiedendo sempre il parere di un esperto.