batteriofagi

Batteriofagi o fagi è il termine utilizzato in campo microbiologico per indicare i virus che infettano i batteri. Si tratta dei virus più numerosi sulla Terra, anzi sembra siano le entità biologiche più numerose considerando qualsiasi gruppo vivente oggi sul nostro pianeta. Oggi, gli scienziati hanno ottenuto nuove importanti informazioni su queste interessanti entità biologiche.

A presentare queste nuove informazioni è uno studio pubblicato sulle pagine della autorevole rivista scientifica PNAS. Lo studio in questione riporta la firma di un team di ricercatori della Texas A&M University. Gli studiosi nella loro ricerca parlano di un batteriofago che può attaccare batteri patogeni all’interno del corpo umano impedendo a questi ultimi di esprimere geni per la resistenza nei confronti degli antibiotici. Nello specifico si tratta del batteriofago denominato MS2 il quale utilizza modalità molto particolari per entrare nelle cellule di Escherichia coli.

Gli studiosi hanno notato che i batteriofagi MS2 si attaccano ai pili (strutture che si trovano sulla superficie di molti batteri) delle cellule di questo batterio. Il fago, in questo modo, induce il distacco di tali strutture dalla superficie della cellula batterica e ne approfitta per introdursi nel batterio stesso. Il fago che riesce ad entrare nella cellula di Escherichia coli ottiene una sorta di vantaggio competitivo in quanto lo stesso microrganismo ricostituisce subito i pili rotti dal batteriofago non facendone entrare di nuovi.

Si tratta di uno studio davvero molto interessante che dimostra come si potrebbe ridurre la virulenza di batteri patogeni proprio grazie all’utilizzo di questi batteriofagi che prendono di mira i pili dei batteri. In tal modo, essi forniscono al sistema immunitario dell’individuo una finestra temporale più ampia per attivarsi e combattere l’infezione.