delirio

Il delirio è uno stato di confusione, a volte accompagnato a febbre, anche altissima, durante il quale ci si sente fuori dalla realtà. È un po’ come se si stesse sognando ad occhi aperti. Secondo una ricerca molto recente proprio il delirio potrebbe rappresentare uno tra i più importanti sintomi precoci della COVID-19, la malattia causata dal nuovo coronavirus SARS-CoV-2.

Ad avanzare questa ipotesi è uno studio pubblicato sulle pagine del Journal of Clinical Immunology and Immunotherapy. La ricerca in questione riporta la firma di un team di ricercatori dell’Universitat Oberta de Catalunya (UOC). Secondo gli scienziati insieme al forte mal di testa e alla perdita del gusto e dell’olfatto, i sintomi più comunemente riscontrati nei pazienti COVID-19, si aggiungono alla ben più nota tossa e difficoltà respiratorie. Sembrerebbe però che anche il delirio sia uno dei sintomi che i pazienti COVID-19 tendono a sviluppare nelle prime fasi della malattia.

Per giungere a tale conclusione, i ricercatori hanno esaminato numerosi studi riguardanti l’effetto della malattia COVID-19 sul sistema nervoso centrale e sul cervello. Da tali analisi, gli scienziati hanno notato che vi sono diverse indicazioni riguardanti il fatto che il nuovo coronavirus, colpendo il SNC, possa produrre alterazioni neurocognitive tra cui, lo stesso delirio. Le possibili vie mediante le quali SARS-CoV-2 sarebbe in grado di indurre il delirio sarebbero tre: ipossia neuronale, infiammazione del tessuto cerebrale dovuta alla famosa tempesta di citochine e capacità del virus di attraversare la barriera ematoencefalica per invadere direttamente il cervello.

Si tratta di uno studio davvero interessante che potrebbe confermare, insieme ad ulteriori ricerche, come il delirio sia davvero uno dei sintomi precoci più importanti della COVID-19. Un sintomo che, al pari di tutti gli altri, merita di essere particolarmente attenzionato.