musica

Quante volte mentre state ascoltando la vostra musica preferita percepite come dei brividi? Come una sensazione che risale lungo la schiena? Non importa dove ci troviamo mentre la ascoltiamo se in auto, a casa, a lavoro, quel brivido noi lo percepiamo. E lo percepiamo proprio perché diverse aree del cervello si attivano simultaneamente scatenando un vero e proprio tsunami di piacere.

A dimostrarlo è uno studio pubblicato sulla autorevole rivista scientifica Frontiers in Neuroscience. Lo studio in questione riporta la firma di un team di ricercatori dell’Università della Borgogna Franca-Contea. Per giungere a questa conclusione, gli scienziati francesi hanno condotto uno studio che ha coinvolto 18 volontari, con un’età media di 40 anni, abituati a provare i brividi durante l’ascolto della loro musica preferita. Per riuscire a scatenare il fenomeno in laboratorio, i ricercatori hanno invitato i volontari ad ascoltare 90 estratti musicali per un totale di 15 minuti.

Durante l’esperimento, i partecipanti dovevano indicare i momenti durante i quali percepivano il brivido e sentivano la pelle accapponarsi provando un inteso piacere. Contemporaneamente i ricercatori monitoravano l’attività dei loro cervelli in maniera non invasiva mediante un semplice elettroencefalogramma ad alta densità di elettrodi sullo scalpo. I risultati dell’analisi dimostrano che i brividi che si manifestavano quando i partecipanti ascoltavano la loro musica preferita e si ricollegavano alla genesi di segnali elettrici di bassa frequenza. Segnali registrati nella corteccia orbitofrontale, nell’area motoria supplementare e nel lobo temporale destro. Quest’ultimo è la parte del cervello direttamente coinvolta nel processamento e apprezzamento della musica. Tutte queste aree cerebrali lavorano in concerto per rielaborare la musica e accendere il sistema di ricompensa che portala rilascio della dopamina, il neurotrasmettitore del piacere.

Dunque è questo complesso meccanismo che combinato con la piacevole aspettativa delle note preferite della canzone, produce il brivido.