siccità

Il termine siccità fa riferimento alla prolungata mancanza d’acqua, in genere dovuta ad insufficienti precipitazioni atmosf01eriche, intendendo anche l’aridità del terreno che ne consegue. In Sudafrica la siccità è una condizione che purtroppo dilania la natura, il paesaggio ma anche la salute di chi ci vive. La scarsità di acqua è una condizione pressoché costante nel sul del continente africano. Così, alcuni scienziati hanno ipotizzato di oscurare seriamente il Sole per via artificiale così da limitare significativamente la quantità di raggi che raggiunge il suolo.

Questa ipotesi piuttosto incredibile è stata trattata in uno studio pubblicato sulle pagine della rivista scientifica Environmental Research Letters. Lo studio in questione riporta la firma di un team di ricercatori dell’Università di Cape Town. Questi ultimi hanno anche però collaborato con colleghi dell’Università norvegese di Scienza e Tecnologia e del Centro Nazionale per la Ricerca Atmosferica negli USA.

Oscurare il Sole per ridurre siccità e il rischio di giungere al Day Zero

Il progetto sarebbe quello di utilizzare l’iniezione nell’atmosfera di aerosol stratosferici al fine di ottenere una gestione geoingegneristica delle radiazioni solari. Ciò, al fine di limitare l’impatto degli stessi raggi del sole sul suolo, dove determinano siccità. Si tratta di un’ipotesi volta a ridurre al minimo il rischio di giungere al Day Zero, il punto critico superato il quale non c’è più acqua per tutti. Si tratta di una condizione di siccità estrema che potrebbe degenerare imprevedibilmente in pochissimi giorni se non in poche ore.

I ricercatori hanno iniziato a pensare seriamente di oscurare il Sole per via artificiale dopo la siccità del 2015-2017. Una situazione quella che ha messo in ginocchio le aree meridionali del Sudafrica causando una delle più gravi carestie di acqua mai viste nella regione da più di un secolo. Purtroppo, non è difficile immaginare come a causa del riscaldamento globale in corso, questo eventi potrebbero diventare normali in questa parte del mondo. E ciò, non è ammissibile. Per tale ragione gli scienziati hanno pensato di “iniettare” aerosol nell’atmosfera al fine di ridurre la quantità di raggi solari che arrivano al suolo. Ovvio che questo ha scatenato non poche polemiche in quanto alcuni non credono che questo stratagemma possa effettivamente sortire effetti positivi.