bilancia

In astrofisica per buchi neri si intendono dei corpi celesti con campi gravitazionali così intensi da non lasciare sfuggire né la materia, né la radiazione elettromagnetica. Si tratta di regioni dello spaziotempo con curvature sufficientemente grandi che nulla dal loro interno può uscirne, nemmeno la luce. Ma quanto pesano i buchi neri? Qual è la loro massa? Per poter rispondere a queste curiose domande bisognerà che ci affidiamo alle misure svolte dalla “bilancia” messa a punto da ricercatori italiani proprio con lo scopo di pesare i giganteschi buchi neri presenti al centro delle galassie attive.

A presentare questa nuova bilancia è uno studio pubblicato sulla autorevole rivista scientifica Astrophysical Journal. A realizzare questa particolare bilancia, sono stati alcuni scienziati dell’Università di Padova e dell’Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf). La bilancia in questione servirà proprio per pesare i grandi buchi neri che si trovano al centro delle galassie attualmente attive. Si, la bilancia misurerà la massa dei grandi cannibali cosmici con una massa di milioni o miliardi di volte quella del Sole.

La bilancia messa a punto dagli scienziati italiani si basa su una formula che consentirà di misurare la massa del buco nero studiando la radiazione emessa dal gas che lo circonda, il cosiddetto spettro di emissione. Nello specifico, gli astrofisici italiani hanno misurato la larghezza e la luminosità delle righe di emissione prodotte dal gas riscaldato e ionizzato dalla radiazione ultravioletta vicino al buco nero.

La stima degli scienziati è che il buco nero che si trova al centro di una galassia attiva abbia una massa pari allo 0,2% di quella totale delle stelle della galassia che lo ospita. Adesso, gli studiosi mirano ad utilizzare questa nuova bilancia per studiare l’evoluzione parallela di buchi neri e galassie in funzione del tempo cosmico.