In un anno molto particolare, fortemente influenzato dalla pandemia di Coronavirus, il mercato degli smartphone fa registrare una modifica importante. Xiaomi, infatti, nel Q3 2020 ha superato Apple ed è divenuto il terzo produttore a livello mondiale.

A certificare il sorpasso ci ha pensato Gartner, secondo cui la società cinese avrebbe venduto 44,405 milioni di unità a livello mondiale, 4 milioni in più rispetto ad Apple.

 

Apple è stata superata da Xiaomi, scopriamo i dettagli

Apple attualmente è ferma a 40,598 milioni con una quota di mercato dell’11,1%, un punto percentuale in meno rispetto al concorrente asiatico. Al primo posto c’è ancora Samsung, che con le sue 80,816 milioni di unità vendute a livello mondiale ha visto accrescere la sua quota di 7 punti percentuali rispetto a quella registrata nello stesso periodo dell’anno precedente.

Huawei, nonostante le restrizioni imposte dal Governo Americano, resta saldamente al secondo posto con il 14,1%, ma in questo caso la quota è in calo rispetto al 16,9% del Q3 2019. E’ indubbio che nel trimestre scorso il grande vincitore sia Xiaomi, ma per quanto riguarda Apple bisogna anche tenere in considerazione che l’impatto degli iPhone 12 arrivati sul mercato più tardi si farà sentire solo nel Q4 2020, quando si vedranno tutti i frutti delle vendite. Secondo alcune previsioni, Apple potrebbe vendere fino ad 80 milioni di iPhone 12 entro il 2020.