Lo scorso dicembre il colosso californiano Apple ha lanciato le nuove AirPods Max e, una delle caratteristiche che le distinguono dalle cuffie over-ear concorrenti è la presenza di cuscinetti magnetici.

Oggi proprio di loro vogliamo parlarvi, perché se per sfortuna doveste mandare a sostituirle perché in garanzia, dovreste togliere i cuscinetti dato che il colosso non li fornisce. Ecco i dettagli.

 

Apple AirPods Max: se le mandate in sostituzione tenetevi i cuscinetti!

I cuscinetti magnetici sono senza dubbio facili da rimpiazzare quando usurati, o semplicemente da sostituire con un paio dalla colorazione diversa per rendere più personale l’estetica del prodotto: tutto questo al prezzo di 79 euro. Un utente di 9to5Mac che aveva chiesto la sostituzione del proprio modello, difettoso per via di un problema alla corona digitale, ha condiviso le immagini dell’unità sostitutiva e delle istruzioni fornite da Cupertino per l’invio di quella malfunzionante.

Le nuove AirPods Max arrivano senza cuscinetti, e infatti Apple dà indicazione di rimuovere i propri prima di procedere con l’invio del prodotto fallato, in modo da poterli poi utilizzare sulle nuove cuffie. Non si tratta di una scelta sorprendente, considerando che anche sulle unità difettose i cuscinetti, non includendo alcuna tecnologia particolare, saranno perfettamente validi.

Il fatto che per AirPods Pro le cose funzionino diversamente, e il cambio includa anche nuovi cuscinetti in silicone, è banalmente riconducibile al valore degli stessi, che ammonta solo a 9 euro: ben 70 di differenza rispetto a quelli più sofisticati di AirPods Max. Ora lo sapete, qualora doveste spedire le vostre cuffie over-ear targate Apple in assistenza, ricordatevi di conservare i cuscinetti originali: non ne riceverete altri in cambio.