Dopo un esperimento americano che aveva dimostrato come un iPhone 12 troppo vicino a un defibrillatore cardiaco impiantabile avesse causato il malfunzionamento del dispositivo, Apple ha aggiornato il manuale di iPhone con le nuove norme di sicurezza.

Stiamo parlando del magnete presente in iPhone 12, che potrebbe causare interferenze elettromagnetiche con dispositivi medici come pacemaker e defibrillatori impiantabili. Scopriamo insieme tutti i dettagli.

 

Apple iPhone 12: il magnete potrebbe creare malfunzionamenti nei pacemaker

All’interno di un documento incluso nella sezione Informazioni importanti sulla sicurezza del manuale di iPhone, Apple scrive che “I dispositivi medici come pacemaker e defibrillatori impiantati potrebbero contenere sensori che rispondono a magneti e radiofrequenze quando sono a stretto contatto. Per evitare potenziali interazioni con questi dispositivi, tieni il tuo iPhone e gli accessori MagSafe a una distanza di sicurezza dal dispositivo, a più di 15 cm di distanza o più di 30 cm di distanza se si carica in modalità wireless“.

Come indicato nella documentazione ufficiale anche i dispositivi MagSafe possono causare interferenze con i dispositivi medici. Obbligatorio, quindi, per chi è portatore di uno di questi dispositivi, non utilizzare la tasca superiore di giacche o giubbotti per riporre il telefono.

La dichiarazione ufficiale di Apple è arrivata dopo un esperimento condotto da tre medici americani del Michigan, che hanno dimostrato come la vicinanza eccessiva di un iPhone 12 ad un defibrillatore cardiaco impiantabile abbia causato lo spegnimento del dispositivo salvavita.