New York
New York propone di far indossare, ad ogni agente di polizia, una telecamera

New York City, una città movimentata, si aggiorna e tramite il Dipartimento di Polizia emette la proposta di far indossare ad ogni agente in servizio una telecamera in grado di riprendere alcune fasi delle indagini. Filmati che, una volta archiviati, potranno essere visionati ed usati come prove. Appena la proposta verrà approvata, verranno emesse tutte le linee guida per compiere questo update.

Come avviene per tutte le cose, anche per questo passo avanti si son creati due schieramenti: i favorevoli ed i contrari a questa iniziativa. Il New York Civil Liberties Union, contrario all’iniziativa, dichiara che gli agenti avranno un margine di utilizzo molto ampio, poichè i paletti di quando essa possa essere usata o no, nonostante siano stati definiti, possono considerarsi a discrezione dell’agente.

La proposta prevede l’installazione delle telecamere su ogni singolo agente che verrà istruito, con dei corsi di aggiornamento della durata di un giorno, ad usare la telecamera. Gli agenti, durante questo corso, effettueranno delle prove tra loro, ed una volta terminata la registrazione, impareranno a visionare ciò che hanno filmato. Le registrazioni potranno essere conservate per massimo un anno, tranne in alcuni casi.

Chiunque fosse preoccupato per la propria privacy può dormire sonni tranquilli in quanto gli agenti saranno obbligati ad informare i soggetti interessati della registrazione. Inoltre, verranno registrate solo alcune fasi delle indagini, come ad esempio un interrogatorio, ma le regole vietano le riprese delle riunioni interne, degli incontri con informatori confidenziali e delle manifestazioni (salvo casi di reato). Nel mese di gennaio, è stato annunciato che la formazione degli agenti terminerà nel 2019.

Ti potrebbe interessare