earin
Auricolari in-ear Earin

Sono poche le aziende in questo momento in grado di dare un nuovo significato al termine “cuffie senza fili”. Earin aveva annunciato a metà del 2014 su Kickstarter i più piccoli Earbuds senza fili” al mondo. E’ passato un po’ di tempo dalle prime consegne e, ora, Earin ha lanciato la sua versione aggiornata. Oggi, sono disponibili su Amazon ad un prezzo di 193,90 euro, a questo link: http://amzn.to/2qxFadI

Abbiamo avuto la possibilità di testarle e, possiamo dirlo, sono veramente molto belle. Si tratta di due auricolari wireless e una custodia di ricarica. Le cuffie sembrano un normale paio di gemme in-ear, essendo fondamentalmente delle dimensioni della punta del dito. Sono grandi abbastanza da inserire facilmente nell’orecchio, e non sporgono molto. Inoltre, sono dotati di due serie di gommini nonché una serie di stabilizzatori dell’orecchio.

L’astuccio di ricarica è un piccolo dispositivo interamente in metallo, non molto più grande di un rossetto. C’è un vano interno al contenitore che si apre ed è provvisto di magneti. E’ qui che vengono fissati i due auricolari per la ricarica. Un indicatore LED, invece, mostra lo stato di ricarica degli in-ear, mentre altro indicatore LED mostra lo stato di carica del contenitore – solo durante la sua ricarica. Questo viene collegato con un normale caricabatterie micro-USB (incluso nel packaging). Questo è l’unico modo per ricaricare le cuffie, ma è anche una buona soluzione se si vuole ricaricarle anche quando sono in tasca.

Una cosa che ho apprezzato, in particolare, è la facilità con cui si possono usare. Non c’è nessun pulsante o controllo su queste piccole gemme, non ci sono pulsanti e controllo sul dispositivo di ricarica. Non è nemmeno richiesta alcuna applicazione. Tutto quello che si deve fare è rimuovere le Earin dal vano di carica e sono accese e pronte per l’uso. Naturalmente, c’è un processo di abbinamento come qualsiasi altro dispositivo Bluetooth. Ma anche questo è molto semplice.

Detto questo, un’applicazione sembra davvero poco utile. Magari, in futuro e con l’implementazione di più funzioni, si può pensare ad un suo utilizzo. Non c’è microfono incorporato, e questo fa sì che nel caso di chiamate, si dovrà rispondere regolarmente.

La prossima vera preoccupazione? Sì, sono facili da perdere! Naturalmente è molto più facile perdere i gommini, anzichè il cavo. Per fortuna, rimangono ben ancorati all’orecchio e dovrebbe essere facile accorgersi che li si sta perdendo. La comoda custodia di ricarica sicuramente impedisce di riporli nel posto sbagliato. Ma occorre comunque fare attenzione, non vendono sostituzioni. Se l’utilizzo è in casa, in palestra o in ufficio, non c’è bisogno di preoccuparsi molto.