apple xiaomi mi pad ipad

Molti marchi cinesi sono riusciti a emergere negli ultimi anni, uno degli esempi più brillanti è rappresentato da XiaoMi. Questa azienda si è fatta notare grazie a specifiche tecniche degne di nota e una politica di prezzi astuta, massima attenzione nei confronti del design, Apple come punto di riferimento da seguire.

XiaoMi negli anni si è addirittura guadagnata il soprannome di “Apple cinese”, un attestato di qualità, ma anche un’etichetta relativa a qualche “copia” di troppo. Negli ultimi giorni sotto la lente di ingrandimento è finita la scelta di alcuni marchi, secondo Cupertino troppo simili ad altri già depositati.

Mi Pad, marchio relativo ai tablet di casa XiaoMi , viene infatti ritenuto troppo simile ad iPad, solo una lettera non basta a differenziare. Dalle nostre parti non vedremo il nuovo XiaoMi Mi Pad 4 dunque. Apple l’ha spuntata, ottenendo l’ok dall’ente europeo che si occupa di gestione della proprietà intellettuale, l’EUIPO.

Per XiaoMi ci sono due possibili soluzioni: cambiare il nome collegato alla serie di tablet o rinunciare definitivamente alla commercializzazione di tali prodotti sul territorio europeo. Cupertino è riuscita a respingere ancora una volta la concorrenza cinese, tuttavia dovrà guardarsi bene dai prossimi attacchi.

I brand orientali ormai sono all’avanguardia e pronti ad accaparrarsi una fetta considerevole del mercato, i dati di vendita lo dimostrano, staremo a vedere cosa succederà nei prossimi anni.

Ti potrebbe interessare